Press


Mosè DVD

[…] Filming and recording an operatic son et lumiere on this vast cathedral space cannot have been easy but the results bespeak technical expertise of a high order. As does Francesco Quattrocchi’s conducting, which delivers accompaniments that are pacy, clear and commendably prompt.
Gramophone


Gianni Schicchi/Cavalleria rusticana

[…] A sostenere le sorti musicali dei due titoli un giovane talento della bacchetta – l’abbiamo appena apprezzato qui ne Il barbiere di Siviglia – come Francesco Quattrocchi, chiamato all’ultimo a sostituire sul podio dell’Orchestra del Verdi il previsto direttore. A queste condizioni, visto il poco tempo a disposizione, non si può pretendere che la sua lettura possa esser né ponderata, né ben approfondita. Nondimeno, la sua concertazione appare sostenuta da idee molto chiare e viene portata avanti da un gesto autorevole, e denota comunque una positiva propensione ad imprimere e reggere sino alla fine, in entrambe le opere, un impulso narrativo fluido ed incalzante.
Teatro.it, II.2017

 

[…] Francesco Quattrocchi ha diretto con pulizia, cura del particolare, e attenzione ai registri stilistici e orchestrali dei due compositori, con un orecchio attento ad assecondare i cantanti e uno a rendere tanto la ricchezza ritmica e coloristica di Gianni Schicchi, quanto la tensione delle arcate melodiche mascagnane. […] A lui e ai professori d’orchestra il pubblico ha riservato un caloroso applauso alla fine del celebre Intermezzo..
Connessi all’Opera, II.2017

 

[…] Dal lato musicale ho apprezzato la direzione di Francesco Quattrocchi, che ha ben colto lo spirito novecentesco della partitura staccando tempi stringati e incalzanti e fornendo respiro alle aperture melodiche delle arie del tenore e del soprano.
Operaclick, II.2017


Il barbiere di Siviglia

[…] Il direttore è sempre lo stesso, vale a dire il giovane e talentuoso Francesco Quattrocchi, che a tale proposito nelle sue annotazioni a margine del libretto di sala offre una sua riflessione per nulla superficiale: «L’Opera oggi deve essere un elemento vivo, che necessita rinnovamento ad ogni esecuzione attraverso le capacità degli interpreti e delle acustiche». Detto, fatto: perché questa sua nitida e fluida direzione, grazie anche alla duttile Orchestra del Verdi, e ad un cast abbastanza adeguato, non solo si mostra ricca di esuberante teatralità, requisito qui di sicuro indispensabile; ma in più si mostra asciutta e compatta nella concezione di base – il vero stile rossiniano vi aleggia sempre – e poi spumeggiante e variegata nello svolgimento pratico. Altra bella qualità, la ricerca di tante piccole ed argute annotazioni strumentali – ora una glossa beffarda degli archi, ora un ricamo finissimo dei fiati – che trapuntano la trama orchestrale, ed aggiungono preziosi tocchi di pennello al lavoro dei cantanti. I quali, sollecitati a loro volta ad esibirsi in garbate colorature, sono sostenuti con savia accortezza dal suo gesto direttoriale.
Teatro.it, II.2017

 

[…] Il maestro Francesco Quattrocchi con meritevole impegno estrapola le delizie della partitura, scegliendo attentamente i tempi e curando il fraseggio.
Circuito Musica, II.2017

 

[…] Francesco Quattrocchi dirige con pieno controllo dei tempi e delle dinamiche l’Orchestra del Teatro Verdi, facendo scorrere con attenta cura i meccanismi su cui si regge la preziosa e complessa macchina rossiniana.
Connessi all’Opera, II.2017

 

[…] Francesco Quattrocchi, alla guida di un’Orchestra del Verdi brillante in tutte le sezioni, […] ha avuto il pregio disostenere i cantanti senza sovrastarli con sonorità eccessive. Ben riuscito il temporale, tra le altre cose. Non è consueto in sede di recensione, ma mi preme segnalare un sensatissimo intervento del direttore nel libretto di sala, in cui dimostra di avere una visione del teatro lirico moderna e libera da pruderie filologiche.
Operaclick, II.2017


Mosè

[…] Il Mosè di Rossini incanta il Duomo. […] L’Orchestra e il Coro della Veneranda Fabbrica del Duomo diretti dal maestro Francesco Quattrocchi, con l’eccezionale partecipazione del basso-baritono Ruggero Raimondi nella parte di Mosè.
Corriere della Sera, Milano VI.2015


Falstaff

[…] La direzione di Francesco Quattrocchi è piena di buone idee: il suono morbido e vellutato, la scelta dei tempi, i fraseggi, tutto concorre a disegnare un’atmosfera crepuscolare ma serena non priva di ironia benché lontanissima dagli eccessi di comicità che lo spettacolo suggerirebbe; lo aiuta un’Orchestra del Verdi di Trieste in splendida forma, protagonista di una prova davvero impeccabile per nitore e precisione. […]
Operaclick, X.2015


Die Schöpfung

[…] Il Coro di Bratislava ha fatto da sfondo, cornice e corpo durante tutto il concerto, perfettamente armonizzato con l’Orchestra Internazionale d’Italia. […] E pregevole è stata la direzione del M° Francesco Quattrocchi che ha ben saputo orientarsi fra orchestra, coro e solisti. […] Molto preparati i maestri dei vari strumenti, saggiamente guidati, con particolare precisione e competenza dal Direttore Francesco Quattrocchi. Le note, a volte sussurrate, a volte esplosive, hanno ben interpretato quasi un grido religioso di ringraziamento al Signore e, al tempo stesso, di umiltà del credente, consapevole dei suoi infiniti limiti. […]

Il Festival della Valle d’Itria chiude questa sera nella cattedrale di Bitonto la sua trentacinquesima edizione con l’ultima replica dell’imponente oratorio La Creazione nel bicentenario della morte del suo autore Haydn. Una lunga ovazione aveva chiuso il primo concerto nella basilica di San Martino della Orchestra Internazionale d’Italia e Coro Slovacco di Bratislava, diretti da Francesco Quattrocchi. […]
Repubblica

[…] ma l’entusiasmo del pubblico non è stato meno prorompente alla fine del «top» delle celebrazioni haydeniane, vale a dire, l’esecuzione dell’oratorio La Creazione. […] Opera somma, La Creazione è fra gli oratori uno dei più eseguiti in senso assoluto. […] A Martina, l’onore e l’onere della realizzazione al giovane direttore Francesco Quattrocchi (26 anni) che ha così fatto anche il suo esordio al Festival della Valle d’Itria, mostrando di saper fondere con grande capacità potenza e solidità con chiarezza e ove necessario trasparenza. […]
Corriere del Mezzogiorno

[…] A guidare l’ammiraglia haydeniana, in occasione del “Valle d’Itria” 2009, c’era un altro giovane maestro, Francesco Quattrocchi, il quale ha offerto una lettura vivida puntando su sonorità asciutte e incisive, ritmi energici, senza perdere di vista l’elemento narrativo. […] Successone finale decretato da un pubblico numerosissimo e attento.
Operaclick


Coeli Voces

[…] On Bongiovanni’s Domenico Cimarosa: Coeli Voces, conductor Francesco Quattrocchi continues surveying the output of Cimarosa with the Orchestra Sinfonica Abruzzese. It’s interesting and good music, although the vocal soloists are uneven. […] Quattrocchi will really have something sensational, and Cimarosa’s music is of the quality that the effort is definitely worth it.
AllMusicGuide

[…] Ora, poterle ascoltare riunite in un unico cd si presenta come un’allettante occasione: in effetti, la musica è di grande qualità e non lascia delusi, l’esecuzione è pertinente, corretta, perfettamente calzante ed è merito del direttore Francesco Quattrocchi che dimostra di credere molto nella sua attività e nelle pagine proposte.
Classicaonline

[…] Lodevole appare infatti la ricerca svolta dagli interpreti, che si sono applicati anche alla predisposizione delle partitura, lette secondo i criteri della moderna filologia, e portate in sala d’incisione dopo uno studio accurato che appare in ogni piega delle loro esecuzioni. […]
Musica

This is the second recording of Cimarosa’s sacred music from these forces. Lynn René Bayley found the previous installment immensely impressive. […] I agree with her assessment of the conductor and his ensemble: “Quattrocchi… not only brings a full arsenal of musical style and sensitivity to this performance, but he also conducts with lightness… when called for, in addition to wonderful forward momentum.” The Orchestra Sinfonica Abruzzese is excellent. […] Fortunately, this recording gives us good performances of these outstanding works, very much worth hearing.
Fanfare Magazine


Atene Edificata

El ruso Cimarosa: Dos inéditos del autor de Il Matrimonio Segreto

[…] Con la colaboración, claro está, de un coro compacto y suntuoso y de un director capaz de descubrir la rica y variada instrumentación cimarosiana.
DIVERDI

This disc presents a nicely performed example of a late eighteenth century genre poorly represented in the output of Haydn and Mozart. […]
AllMusicGuide

[…] I was told to review it only if positive. Wowza! […] Adding to the fun is the superb conducting of Francesco Quattrocchi, a name completely unknown to me. He not only brings a full arsenal of musical style and sensitivity to this performance, but he also conducts with lightness and humor when called for in addition to wonderful forward momentum. […]
Fanfare Magazine


Sinfonie avanti l’opera

Nel 2006, l’anno delle celebrazioni per il 250° anniversario della nascita di Mozart, la Società Concertistica Sulmonese ha realizzato un progetto sui musicisti italiani del tardo Settecento che hanno avuto una sicura influenza sulla musica del genio salisburghese. Ouverture operistiche inedite di Paisiello, Piccini, Anfossi, Cimarosa e Luchesi sono state trascritte dai manoscritti ed incise da Francesco Quattrocchi alla testa dell’Orchestra Sinfonica Abruzzese, ampliando così le nostre conoscenze sul contesto in cui Mozart viveva ed operava. L’esecuzione convince, mostrando inoltre sensibilità alla prassi musicale dell’epoca.

“Premio “Opera” IMAIE 2007

[…] Francesco Quattrocchi leads the Orchestra Sinfonica Abruzzese in 10 overtures from the period 1762-1790 in energetic, sparkling, and dynamically three-dimensional performances. […] Fans of eighteenth century symphonies certainly should not miss this one just simply because the word “opera” is in the title.
AllMusicGuide VIII 2007

[…] The Abruzzi Symphony numbers only 34 players, clearly eager to please, and their spirited and buoyant playing under the alert leadership of Maestro Quattrocchi benefits from clear, bright sound […] an absolute model of such sorely under appreciated fare should be presented.
American Record Guide, Sept./Oct. 2007

I Mozartiani di casa nostra

[…] Un cd appena pubblicato dalla casa bolognese Bongiovanni con una eccellente performance dell’Orchestra Sinfonica Abruzzese diretta da Francesco Quattrocchi, ne pone a confronto numerose sinfonie d’opera con quelle di contemporanei come Luchesi, Anfossi e Cimarosa, gli ultimi due a loro volta allievi di Piccinni.
Dinko Fabris – Repubblica, 26 IX 2007

[…] Adamantina, vivace, spiritosa l’interpretazione che ne dà l’ Orchestra Sinfonica Abruzzese, capace di rendere con morbide pennellate i vari “andante”, tutti splendidi (mirabile quello de Il tamburo di Paisiello, versione aggiornata de Il conte caramellagoldoniano che servì da libretto a Luchesi, della qual opera è qui presentata la frizzante sinfonia), e conferendo il giusto peso a queste pagine purtroppo misconosciute. Merito va al direttore Francesco Quattrocchi, che si è cimentato in questo negletto repertorio.
Classicaonline, X 2007

[…] L’Orchestra Sinfonica Abruzzese ben diretta dal maestro Francesco Quattrocchi esegue splendidamente sinfonie purtroppo trascurate dai programmi concertistici e discografici.
Suono n. 411, XII 2007

[…] Ritmo pungente, melodia maliziosa. […] Irresistibile, comunque. […] Lo dimostra quest’antologia di rarità che elettrizza.
Angelo Foletto – Suonare News